Ortoterapia per pazienti oncologici

30 dicembre 2016
Lavorare la terra per ritornare persone dopo la malattia. L'ortoterapia, pratica positiva ben documentata, agisce sul fisico e la psiche di chi sta uscendo da un cancro. Ce ne parla Patrizia Preti medico e responsabile del progetto per la LILT.

L'ortoterapia, pratica positiva ben documentata, agisce sul fisico e la psiche di chi sta affrontando la malattia.

"L’ortoterapia è una scienza che si sta diffondendo molto rapidamente, perché facilita il movimento, la socializzazione e la riabilitazione" ha detto Patrizia Preti, responsabile dell’area ortiva Salgari a Bologna, in cui lo scorso ottobre è astato inaugurato il percorso della LILT. L’associazione, infatti, ha sviluppato un progetto di ortoterapia per pazienti oncologici in collaborazione con l’area ortiva Salgari e il quartiere San Donato ed ora è possibile, per i pazienti che lo desiderano, avvicinarsi a questa disciplina, seguiti dall’esperienza e dall’affetto di Patrizia. Grazie alla presenza di alcune serre fuori terra, ad un'altezza quindi rialzata, l'attività è accessibile a tutti.

L'orto dunque può essere visto come una terapia. Un'idea che trova d’accordo anche il prof Francesco Rivelli, presidente della LILT Bologna: "In un fazzoletto di terra – commenta l'oncologo – i pazienti vedono nascere fiori e frutti e capiscono che la vita continua. C’è forse un sostegno migliore?".

La presidente dell'area Patrizia Preti è competente e autorevole, non solo infatti, è medico, ma conosce bene il tema psicologico del cancro, avendo lei stessa affrontato la malattia. “E ora che conosco i benefici dell'ortoterapia - ci dice - posso dire cosa possiamo aspettarci se torniamo alla terra quando siamo malati o se lo è un nostro familiare. Tante piccole e grandi cose: uscire di casa, dimenticare almeno per un attimo la malattia, acquisire l’abitudine al movimento, ritrovare il gusto di stare in gruppo in un ambiente accessibile e accogliente, imparare a rilassarsi e a passeggiare nel verde, ridurre l’impiego di antidolorifici e/o sonniferi, imparare tecniche di orticoltura, imparare tecniche di giardinaggio”

Il progetto è rivolto a pazienti oncologici, per informazioni e adesioni contattare la LILT allo 0514399148.


LILT Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori - Sezione Provinciale di Bologna
Via Turati, 67 - 40134 Bologna • Tel. 051 4399148 • Fax. 051 4390409 • email: segreteria@legatumoribologna.it | CF: 92049200378
LILT Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori - Sezione Provinciale di Bologna
Via Turati, 67 - 40134 Bologna • Fax. 051 4390409 • CF: 92049200378 051 4399148 segreteria@ legatumoribologna.it
Top